Diario di viaggio in Colombia: le 10 cose da fare assolutamente secondo Delphine

Colombia palenqueras

Andare in Colombia significa a volte dover vincere una serie di cliché più o meno simpatici sulla droga, l’insicurezza o le Farc. Tuttavia, partire alla scoperta di questo paese non è da sconsiderati, anzi!

La Colombia ha veramente molti assi nella manica per attirare viaggiatori. Tanto per dirne uno, è uno dei paesi con la più grande biodiversità al mondo (il secondo dopo il Brasile). In Colombia, inoltre, puoi ammirare una varietà incredibile di paesaggi fuori dal comune, dalle montagne innevate della cordigliera delle Ande, alle spiagge paradisiache sulla costa caraibica fino alle foreste tropicali. E la ciliegina sulla torta è la grande ospitalità del popolo colombiano, sempre felice di accogliere i viaggiatori che si interessano al loro bel paese.

Delphine è rientrata da poco da un viaggio in Colombia e ha condiviso con noi le 10 cose da fare assolutamente nel paese della salsa.

Parapendio nel canyon de Chicamocha

Quale miglior modo per scoprire il canyon più profondo del paese se non sorvolarlo alla stessa altezza dei condor? È un’esperienza ancora relativamente a buon mercato, ma se decidi di partire in alta stagione, fai attenzione alle disponibilità (da novembre a febbraio con un picco durante le vacanze natalizie).

Colombia Chicamocha

Fare rafting e canoa a San Gil

Se ami le sensazioni forti, in Colombia avrai solo l’imbarazzo della scelta. Le attività sportive che puoi fare qui sono veramente tantissime e le guide sono molto esperte. Potrai quindi fidarti e seguirle ad occhi chiusi! Le guide sono inoltre delle esperte della regione e ti potranno insegnare moltissimo sul suo ecosistema.

Fare un trekking di 4 giorni fino alla ciudad perdida

Uno dei ricordi migliori del mio viaggio in Colombia. L’escursione è accessibile a tutti… a condizione di non aver paura di sudare! Ma il gioco vale la candela: la vista è meravigliosa e ci si ritrova veramente fuori dal mondo. L’escursione si conclude con un’ascensione verso la Ciudad Perdida, vecchio villaggio precolombiano attorniato da una vegetazione lussureggiante (qualcuno ha detto “Indiana Jones”?).

wiwa-trek-de-la-ciudad-perdida

La visita è un’occasione perfetta per approfondire la propria conoscenza della cultura indigena delle tribù Wiwa e Kogis. La maggior parte dei membri di queste tribù vive ancora in modo tradizionale, a 4 giorni di cammino dalla prima strada asfaltata.

Scoprire la street art e l’ambiente dinamico di Bogotà

A prima vista, la capitale colombiana sembra sia soltanto fatta di traffico denso e animato ed edifici moderni e senza fascino. Ma se ci devi passare almeno una mezza giornata, non c’è alcun dubbio: ti consiglio di andare nel centro historico per scoprire le vecchie case coloniali e i loro muri spesso coperti di graffiti uno più impressionante dell’altro.

street-art-bogota

Dormire su un’amaca nel Parco Naturale Tayrona

Situato tra foresta lussureggiante e mare cristallino, il parco Tayrona è una piccola perla naturale fortunatamente ancora molto ben preservata. Il mio consiglio: restaci almeno due giorni per poter dormire su un’amaca. Certo, non è il giaciglio più comodo del mondo, ma svegliarsi in riva al mare cullati dal movimento delle onde è veramente il massimo.

parc-tayrona

Bonus playlist: la canzone della Star locale Shakira, che descrive la bellezza di questo parco e che poi sentire ad ogni angolo: La bicicleta.

Ritrovarsi in un set cinematografico nel piccolo villaggio di Braichara

Questo piccolo villaggio nel bel mezzo delle montagne ha accolto numerosi set di film e serie TV d’epoca. E si capisce subito perché: i muri bianchi e il paesaggio circostante sono semplicemente magnifici.

Girare tra le strade colorate di Cartagena

La cittadina coloniale è un luogo imperdibile della Colombia. Benché a volte sia necessario farsi spazio tra i turisti, è comunque piacevole girare fra le stradine colorate, alla ricerca delle palenqueras, le donne in abito tradizionale che vendono frutta per le strade.

Il mio consiglio: verso sera, uscire dalla città vecchia e andare alla scoperta del quartiere di Getsemani, altrettanto ben preservato, e bere un bicchiere intorno alla piazza animata di Trinidad.

Cartagena Colombia

Salire lungo i 755 gradini della Piedra del Peñol

A circa due ore da Medellin, questa roccia impressionante domina una regione fatta di bacini d’acqua naturali e villaggi pittoreschi. Riprendi fiato per una salita di venti minuti circa e approfitta del paesaggio meraviglioso.

vue-du-rocher-du-penol-guatape

Fare una pausa fuori dal tempo nel villaggio di Guatapé

Con i suoi muri colorati e in bassorilievo, Guatapé è veramente un villaggio unico che vale la pena andare a visitare. Ogni casa ha le sue sculture personalizzate che rivelano la professione, gli interessi o un tratto caratteriale del proprietario.

Se ti piace scoprire un luogo su due ruote, ti consiglio fortemente di noleggiare una moto e attraversare così le piccole strade di montagna che circondano la cittadina.

rue-de-guatape

Bere del buon caffè in una finca familiar di Salento

Nel mezzo della regione del caffè si trova Salento, il punto di partenza ideale per esplorare le innumerevoli fincas della regione. Potrai scoprirle a piedi, a cavallo o in moto. Il mio colpo di fulmine: la finca di Don Elias, piccola azienda a conduzione familiare che produce un caffè bio acidulo, una vera delizia! Salento è anche il punto di partenza per delle escursioni fino all’impressionante valle di Cocora e alle sue tipiche palme di cera.

graines-de-cafe-salento

Un viaggio di un mese è un bel viaggio lungo, ma purtroppo un mese non è sufficiente per percorrere tutta la Colombia. Tra i luoghi che mi hanno consigliato di visitare ma che non sono riuscita a fare questa volta: il Pacifico e la regione di Choco per vedere le balene, Cali per ballare la salsa, la penisola desertica di Guajira, l’Amazzonia, Cano Cristales… Insomma, c’è molto da fare!

E se vuoi saperne di più, contatta gli operatori locali Evaneos specialisti della Colombia.

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *