La Top 5 dei piatti insoliti da provare almeno una volta nella vita

Non ne puoi più dei racconti di viaggio dei tuoi amici? Vuoi anche tu, per una volta, lasciarli a bocca aperta?

Una considerazione: è difficile impressionare raccontando di una pizza mangiata a Napoli, una ciotola di riso gustata in Vietnam o una scorpacciata di tortillas in Messico. Di sicuro non daranno l’effetto desiderato.

Ma ecco la soluzione: distinguersi dalla massa facendo il giro del mondo dei piatti fuori dall’ordinario. Ti abbiamo dunque preparato con tanto amore un menù divino di specialità internazionali, tanto curiose quanto bizzarre; 5 piatti insoliti da provare, ma solo in parte approvati dal team di Evaneos.

Pientanze da provare almeno una volta nella tua vita. O forse solo una volta… O mai? A te la scelta!

Fan sfegatato di Spiderman?

Ragni fritti in Cambogia

Ragni fritti in Cambogia

I cambogiani lo sono! Al posto di sgranocchiare patatine, i cambogiani hanno optato per uno snack più salutare e naturale, senza additivi né conservanti: la tarantola fritta. Croccante al punto giusto, a seconda della tua immaginazione ricorda piuttosto il pollo o il merluzzo… Ma, te lo concediamo, resta sempre e comunque un ragno.

Porcellini d’India, piccola leccornia peruviana

bobistraveling

Porcellini d’India in Perù

 

In Perù non si ha davvero l’abitudine di coccolare i porcellini d’India, i famosi cuy. Se li si alleva, è per mangiarseli! Un detto inca diceva: “Alleva i porcellini d’India e mangiali quando hai fame!”. I peruviani sembrano averlo seguito alla lettera. Amano, in occasione delle feste, mangiare i porcellini d’India allo spiedo, arrosto o come ragù. Ne mangiano più di 22 milioni all’anno.

No al vino rosso, bianco e rosé. Sì al vino di gabbiano!

Vino di gabbiani, specialità Inuit

Vino di gabbiani, specialità Inuit

Anche se non vogliamo assolutamente incoraggiarti a bere, ci sembra comunque doveroso menzionare questa piccola produzione d’alcool degna dei migliori bevitori. Nell’Artico, non potendo far crescere i vigneti, gli Inuit hanno seguito il piano B: il vino di gabbiano, un vero classico locale. Un gabbiano che è passato a miglior vita viene fatto fermentare al sole in una bottiglia e… il gioco è fatto! Se il gusto non è necessariamente dei più allettanti, il livello alcolico ti metterà facilmente KO. Una nuotata nelle acque fredde dell’Artico ti rimetteranno in sesto.

Le mille ed una meraviglia della Cina

Lucertole secche in Cina

Lucertole secche in Cina

In Cina si mangia di tutto, o quasi. Insetti, pesci ed altre bestiole seccate sono particolarmente apprezzate al mercato, soprattutto per le loro proprietà terapeutiche. Un piccolo rettile , tuttavia , ha attirato la nostra attenzione … Sembra che la lucertola essiccata accompagni molto bene le minestre invernali. Niente più crostini di pane?

I formaggi che si muovono…

Casu Marzu in Sardegna

Casu Marzu in Sardegna

In Sardegna e in Corsica si apprezzano i formaggi dal gusto forte e pieno. Il casu marzu, come chiamato sull’isola italiana, o casgiu merzu in quella francese (letteralmente “formaggio marcio”) è un formaggio di pecora in stato di decomposizione avanzata a causa dell’attività digestiva dei numerosi vermi e larve che vi vivono. Lo si mangia sul pane sardo, con o senza larve. Un prodotto caseario non per tutti invitante.

Questa lista dovrebbe già soddisfare la tua voglia di sorprendere gli amici. Ma la nostra top 5 dei piatti insoliti non è esaustiva: uova di formiche rosse, cane o gatto , vino ai topi, zuppa di sangue di maiale, insaccati di interiora di pecora… tutto è mangiabile! E se ti è presa voglia di andare a provare le lucertole secche in Cina o il porcellino d’India in Perù, Evaneos è qui per aiutarti ad organizzare il tuo viaggio.

Qual è invece il piatto più strano che tu abbia mai mangiato in viaggio?

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *