Conosci l’origine di San Valentino?

Buon San Valentino! Oggi festeggiamo il giorno dell’amore, ma sai chi fu il patrono degli innamorati? Che origini possiede questa festa? Te lo sarai già chiesto, ma solo pochi conoscono la risposta.
Pronto per sapere chi fu il santo per il quale oggi festeggiamo il giorno degli innamorati?

Le origini

L’anno scorso ti abbiamo parlato dei diversi modi di festeggiare San Valentino nel mondo. Oggi, invece, ti racconteremo da dove proviene questa tradizione.

San Valentino fu un sacerdote romano che visse nel III secolo d.C., quando governava l’imperatore Claudio II. In questo secolo convulso, l’imperatore proibì il matrimonio ai giovani che avrebbero reso di più nell’esercito anziché nel vincolo matrimoniale. Ma Valentino non obbedì a questa proibizione, organizzando matrimoni in segreto. Alla fine fu scoperto, punito e martirizzato il 14 febbraio…il giorno degli innamorati!

Ma le lettere dedicate agli innamorati, da dove arrivano? La leggenda racconta che quando fu catturato, Valentino s’innamorò pazzamente della figlia dell’uomo che lo aveva imprigionato e scrisse a lei una meravigliosa lettera d’amore, firmata “Dal tuo Valentino”.

Da qui l’origine di scrivere lettere e cartoline d’amore al partner. Con il passare del tempo si aggiungeranno i regali. E nel secolo scorso, questo giorno si è trasformato in un evento commerciale, mettendo da parte le sue origini e la sua importanza, quella di un sacerdote che fu giustiziato per non aver eseguito gli ordini dell’imperatore Claudio II, celebrando matrimoni tra i giovani innamorati.

Il giorno degli innamorati si iniziò a festeggiare quando il papa Gelasio I ufficializzò questa data in ricordo del santo martirizzato, riconfermando la sua credenza. Nonostante ciò, nel 1969, questa festività fu eliminata dal cristianesimo con il pretesto che non si sapeva cosa ci fosse di vero o falso nella storia del santo.

Attualmente questa data è usata per fare regali alla persona amata e perciò ti invitiamo a scoprire il viaggio che potresti regalare al tuo partner, al tuo miglior amico, o a qualche parente molto caro…
Perché quest’anno, desidereremmo che festeggiassi San Valentino sotto ogni forma di amore che esista!

coppia tramonto

La sua celebrazione nel mondo

 

Come tutti sanno, Parigi è la città dell’Amore per eccellenza, ma ci sono altri luoghi e paesi ricchi di romanticismo. Ecco alcune delle usanze nel mondo che hanno attirato l’attenzione del nostro team!

In Gran Bretagna, ad esempio, prima dell’alba, le donne si affacciano alla finestra per fissare il primo uomo che passerà, in quanto si suppone che quell’uomo che vedranno sarà colui con il quale si sposeranno in quello stesso anno. In Giappone non si scambiano regali come facciamo noi in Europa, né si fanno cene romantiche, lì il gran protagonista in tutti i negozi è il cioccolato, tanto che si calcola che la metà del cioccolato venduto in tutto l’anno appartiene a quel giorno.

In Corea del Sud, sono le donne che comandano e fanno regali agli uomini… non senza avere niente in cambio: l’uomo deve regalarle lo stesso regalo che lei gli ha fatto. Un successo assicurato!

In Turchia, utilizzano i social network per scambiarsi amore. Un esempio sono alcuni noti ristoranti che invitano i clienti a lasciare un messaggio d’amore sul loro profilo Facebook.

Dall’altro lato dell’Atlantico, in Messico, Ecuador e Costa Rica, San Valentino è conosciuto come il giorno dell’Amore e dell’Amicizia. La tradizione dice che bisogna esprimere i propri sentimenti ad ogni persona per la quale si prova affetto, sia semplicemente di amicizia, familiare o, evidentemente per la quale si prova amore.

In Canada, la cioccolata è la vera protagonista di questa giornata. Nelle scuole, i bambini portano regali ai loro amici, e gli adulti si fermano per trascorrere un bel momento insieme.

scatola-cioccolata-cuore

Senza dubbio, San Valentino è una festa da celebrare in tutto il mondo e con le persone che più si amano, fa ritrovare la felicità e rende questo giorno un momento speciale!

Condividi con noi come hai festeggiato anche tu San Valentino, non esitare a commentare l’articolo!

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *