The Best of Blog – Giorni Rubati

Abbiamo l’onore di accogliere sul nostro Blog, Elena, una travel blogger appassionata di mete insolite. Nel suo blog, Giorni Rubati, racconta ogni tappa dei suoi viaggi, aggiungendo sempre un briciolo di pazzia e di avventura. Il suo blog è una fuga tra mete insolite e indimenticabili.  

Ciao Elena, per i lettori che non ti conoscono, puoi presentarti in qualche parola?

Che domanda difficile! Ci provo!
Mi chiamo Elena, ho 37 anni e sono l’autrice del blog Giorni Rubati. Ho sempre avuto il pallino della scrittura e la passione per il viaggio così ho deciso di raccontare le mie esperienze in giro per il mondo. Nel mio blog riservo uno spazio molto importante anche alle escursioni perché penso che anche le brevi fughe di un week-end — e anche meno! — mantengano vivo lo spirito del viaggiare. Come dei piccoli spuntini in attesa del cenone. Non scrivo tutto, ma solo quello che mi colpisce e che penso valga la pena di essere condiviso. Passate a dare un’occhiata!

Canyonlands giornirubati

Se ci dovessi dare una definizione di viaggio?

Ti direi che il viaggio è una grande scuola per grandi e piccini: si impara molto di più in viaggio che su mille libri… ma allo stesso tempo, se devo essere sincera, considero il viaggio uno stato mentale: un’ inclinazione alla scoperta di cose sempre nuove, la voglia di mettere in discussione sé stessi e la propria cultura. Per questo il viaggio per me non si riduce all’intervallo fra la partenza e il ritorno a casa. Comincia molto prima, nel sogno, lo studio e la preparazione e termina molto dopo il rientro quando, dopo aver lasciato decantare le emozioni e i ricordi, si assimila l’esperienza avuta.

Se dovessi rivivere un unico ricordo di viaggio, quale sarebbe?

Ce ne sono tanti di ricordi importanti. Ma, forse sceglierei un episodio rocambolesco, come quando, in viaggio sui mezzi locali in Mozambico, io e il mio compagno abbiamo visto rotolare in mezzo alla strada il nostro zaino! In quel momento gli altri passeggeri tutti del posto e fino ad allora un po’ diffidenti nei nostri confronti, si sono prodigati con l’autista per farci recuperare il bagaglio. Si era rotto il ghiaccio fra noi! E una risata collettiva ci ha fatto sentire un po’ meno estranei.

Quale destinazione ti fa sognare e perché?

Ah! A questa domanda la risposta è sicuramente plurale! Sogno tanti luoghi diversi proprio per gli stimoli opposti che possono dare: l’Islanda per la natura, il freddo e la malinconia; New York per il caos, la vitalità, l’architettura e l’arte. Ma se me lo chiedessi domani ti risponderei diversamente. Per esempio, Bali, Vietnam, Madagascar.

Mozambico-Tofo

In questo momento / recentemente che paese hai visitato? Avresti dei consigli da dare ai viaggiatori che vogliono visitare lo stesso luogo?

Ultimamente sono stata a Lisbona e devo dire che mi è piaciuta moltissimo. A chi la volesse visitare consiglierei di prepararsi al viaggio ascoltando del buon Fado e, una volta lì, di seguirne le tracce nel quartiere dell’Alfama. Consiglierei naturalmente gli articoli che ho scritto su Lisbona sul mio blog!

Hai già previsto un viaggio tra poco tempo? Dove vai?

In questo momento della mia vita sono in fase di transizione: sto per diventare mamma (manca meno di un mese)! Perciò non ho programmato nulla a breve, ma non vedo l’ora di portare il mio piccolo alla scoperta del mondo da dentro al suo marsupio. Presto, prestissimo.

Yosemite (1)

Una parola per finire?

Non lasciatevi ingrigire dalla routine o, peggio, dai centri commerciali! C’è sempre qualcosa da scoprire anche senza fare viaggi lunghi e senza spendere una fortuna….

 

Barcellona-fontana-magica

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *